Archiviato il match del Barbera: ora testa a Kiev

La melodia della Champions League risuonerà a Napoli e scalderà il San Paolo nella seconda giornata del torneo continentale intanto, è il momento di dare uno sguardo a quel che hanno fatto le nostre outsider di torneo.

Prima tra tutte la Dinamo Kiev che, prossima a sfidarci, ha pareggiato 1-1 contro lo Shakhtar; c’è poi il Benfica che vince in casa dell’Arouca e il Besiktas che s’impone per 3-1 contro il Karabukspor.

Un gruppo, quello con protagonista il Napoli, apparentemente “semplice” ma che cela le incertezze su compagini ostili da affrontare, stadi difficili e formazioni pronte a dire la propria nel tentativo di superare il turno.

Diversi i singoli calciatori da temere ma soprattutto, allo scopo di accedere alla seconda fase, sarà necessario scendere in campo con la testa e l’appeal della grande squadra.

In questo il Napoli di quest’anno pare attrezzato perché mostra una formazione tanto di giovane età quanto di qualità e capace di creare “pensieri” un po’ a tutti. Diverse, inoltre, le alternative in campo per una rosa fatta di tanti titolari e nessun “rincalzo”.

Sul fronte 11 in campo è presto per dire la parola “fine” sulle scelte di Sarri ma dalle indicazioni giunte dal Barbera pare certo un impiego dal primo minuto di Mertens al posto di Insigne mentre a centrocampo tornerebbe titolare Allan e in difesa spazio a Hysaj dopo il suo rifiatare contro il Palermo.

Con tutta probabilità, quindi, a scendere in campo saranno Reina, Ghoulam, Albiol, Koulibaly, Hysaj; a centrocampo agiranno Jorginho, Allan ed Hamsik mentre la terna d’attacco sarà composta da Mertens, Callejon e Milik.

Sarri, intanto, a PremiumSportHD è stato chiaro e nel post partita ha affermato: “Da domani riprenderanno gli allenamenti e la testa andrà a Kiev, per ora pensiamo a Palermo e alla bella vittoria…”.

In effetti ha ragione ma il “domani” è già oggi e la voglia di vincere è già tornata: Forza Napoli Sempre!

<  Torna alle news