Napoli: notte da capolista… secondi a nessuno!

C’era una volta il Bologna, una squadra giunta con i migliori auspici ai piedi del Vesuvio ma che ha impattato contro un muro azzurro fatto di pressing, gioco a tutto campo e veri e propri campioni.

Non ce n’è per nessuno al San Paolo e peccato, peccato davvero se in pochi hanno goduto dello spettacolo offerto da bandiere quali Hamsik, giocatori sempre più leader come Callejon e Koulibaly o improvvise e sfacciatamente timide conferme che indossano il 99 per timore, ma quasi quasi puntano a valere il doppio di chi quella maglia l’ha tradita.

E allora, in campo scende il Napoli con tre “sorprese”, dal primo minuto ci sono Zielinski, Gabbiadini e Strinic, oltre al biondo Insigne, che cercano di farsi apprezzare e, a dirla tutta, salvo un Manolo impacciato e a tratti poco o per niente determinante e un Insigne ancora troppo lezioso, meritano un bel sette in pagella il bravo Strinic (che lascia il campo a Ghoulam per risentimento muscolare) e Zielinski che in fatto a classe dimostra di averne da vendere.

Uno stadio spento, sull’1-1, ma che alla chiamata a scendere in campo di Milik da parte di Sarri si è riacceso e al polacco sono bastati pochi minuti per guadagnarsi la “pagnotta”.

Alla prima palla toccata (su perfetto assist di Hamsik) colpo sotto di immenso valore di Arkadiusz Milik ed è 2-1: tutto messo al proprio posto ma a rubare la scena è stato un gran bel gesto di José Maria Callejon che, guardato da lontano il suo connazionale Pepe Reina, alza la mano e lo rassicura dopo che il numero 1 azzurro aveva sbagliato tempi d’intervento e posizione e si era reso complice del momentaneo pareggio del Bologna.

Le parole di Callejon? “Pepe, toglitelo dalla testa quel che è successo prima”: questo Napoli è davvero squadra, ecco perché tutti ad applaudire ed esultare al terzo gol del solito e fantastico Milik.

Nota negativa? Uno spentissimo Gabbiadini che, uscendo dal campo, si rifiuta di battere il cinque a Insigne per la “probabile frustrazione” di non esser riuscito a finalizzare nessuna delle sue azioni, e per aver deluso la squadra e il Mister.

Mister Sarri, ai microfoni di PremiumSport, parlando di Manolo afferma: “Si risolleverà quando farà una doppietta”; ciò ci lascia pensare che, anche se Milik ha iniziato il campionato nel migliore dei modi al punto di rubare la scena al 23 azzurro, Gabbiadini può star tranquillo perché “non gli sarà sottratto spazio”.

Napoli primo per una notte, grazie anche al nostro capocannoniere Callejon che sta giocando uno dei migliori avvii di stagione da quando veste la maglia azzurra.

Forza Napoli Sempre!

<  Torna alle news